Ondabox | Impronta di carbonio del cartone
Lo studio Carbon Footprint of Carton Packaging 2019 ha riferito che in Europa vengono emessi 326 kg di CO2e per tonnellata di cartoni trasformati, prodotti dall'industria degli imballaggi di cartone.
alberi, imballaggi, carta, cartone, sostenibilità, impronta di carbonio
15751
post-template-default,single,single-post,postid-15751,single-format-standard,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,columns-4,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

La nuova impronta di carbonio del cartone

La nuova impronta di carbonio del cartone

Lo studio Carbon Footprint of Carton Packaging 2019 condotto dall’Istituto di Ricerca Svedese (RISE) in collaborazione con Pro Carton, associazione europea che riunisce i produttori di cartone e cartoncino, ha riferito che in Europa vengono emessi 326 kg di CO2e per tonnellata di cartoni trasformati, prodotti dall’industria degli imballaggi di cartone.

Il cartoncino è una materia prima rinnovabile capace di immagazzinare carbonio e il riciclaggio ritarda la restituzione di CO2 nell’atmosfera.  Secondo il censimento europeo dei gas serra, le foreste dei 28 paesi dell’UE sono autentici depositi di carbonio, con un assorbimento di CO2 che tra il 1990 e il 2014 è aumentato di oltre il 19%.

 

Fonte: www.procarton.com