Ondabox | Cercis: Pmi nell’economia circolare
L’economia circolare, intesa come un modello economico in cui il valore dei materiali viene il più possibile mantenuto o recuperato e dove gli scarti sono ridotti al minimo, riscuote un ampio e crescente interesse nel mondo imprenditoriale italiano, ma è ancora molto il lavoro da fare.
plastica, imballaggi, rifiuti, riciclo, economia circolare, carta, cartone
15711
post-template-default,single,single-post,postid-15711,single-format-standard,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,columns-4,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Cercis: Pmi nell’economia circolare

Cercis: Pmi nell’economia circolare

Dall’Università di Ferrara un centro di ricerca che sviluppa sinergie con imprese e istituzioni esterne

 

L’economia circolare, intesa come un modello economico in cui il valore dei materiali viene il più possibile mantenuto o recuperato e dove gli scarti sono ridotti al minimo, riscuote un ampio e crescente interesse nel mondo imprenditoriale italiano, ma è ancora molto il lavoro da fare.

È in questo contesto che è nato all’Università degli Studi di Ferrara Cercis, il Centro per la ricerca sull’economia circolare, l’innovazione e le Pmi. Si tratta di un centro di ricerca proposto dal Dipartimento di Economia e Management per focalizzarsi in primis sulle strategie innovative delle Pmi italiane nell’ambito dell’economia circolare, in connessione alle ampie prospettive legate alla sostenibilità socio-economica e ambientale delineate dal raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibili (Sdgs) stabiliti dall’Agenda Onu al 2030.

Cercis avrà dunque modo di caratterizzarsi su linee di ricerca e didattica inter e multi disciplinare all’interno dell’Università di Ferrara, sviluppando al contempo sinergie con imprese e istituzioni esterne per creare network e sviluppare la capacità di attrazione fondi. Per fare cosa? Ampia rilevanza sarà data a tematiche quali l’analisi dell’efficacia ed efficienza delle politiche – ambientali, industriali, dell’innovazione – sul piano europeo, nazionale e locale, ai nuovi processi tecno-organizzativi delle imprese, alla creazione di capitale umano coerente con le strategie di economia circolare, alla creazione di valore lungo la filiera produttiva, alle nuove collaborazioni tra imprese necessarie a raccogliere le sfide poste dalle strategie di economia circolare.

Fonte: http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/e-nato-cercis-un-centro-di-ricerca-per-portare-le-pmi-nelleconomia-circolare/